giovedì 22 novembre 2012

RISOTTO ZUCCA E AMARETTI.......E NON SOLO

21 novembre, nel comune di Venezia, come tutti gli anni, si festeggia la Madonna della Salute. Sul nostro territorio ci sono tre Santuari dedicati a questa Madonna, sicuramente il più suggestivo e importante è quello costruito dal Longhena sul Canal Grande, la Basilica di Santa Maria della Salute, ma in ognuno di loro si celebra la ricorrenza.


Durante tutta la giornata, nella Basilica, tenuta aperta senza interruzione, vengono celebrate in continuazione messe e rosari, con un afflusso continuo di fedeli. Per facilitare il pellegrinaggio, viene eretto sul Canal Grande un ponte provvisorio in legno che collega la Punta della Dogana con Santa Maria del Giglio. Migliaia di persone percorrono il ponte votivo su barche e vanno in pellegrinaggio alla chiesa della Salute a rendere omaggio alla Madonna e ad accendere un cero affinché interceda per la loro salute. (foto presa dal web)


La ricorrenza trae origine dalla grande epidemia di peste bubbonica che colpì tutto il nord Italia tra il 1630 e il 1631. Si tratta della stessa epidemia descritta anche da Alessandro Manzoni ne I promessi sposi.
Il contagio si estese anche a Venezia. L'epidemia fu particolarmente virulenta: nel giro di poche settimane l'intera città venne colpita, con pesanti perdite tra gli abitanti. Nel momento culminante dell'epidemia, in assenza di altre soluzioni, il governo della Repubblica organizzò una processione di preghiera alla Madonna, a cui partecipò per tre giorni e per tre notti tutta la popolazione superstite. Il 22 ottobre 1630 il doge fece voto solenne di erigere un tempio votivo particolarmente grandioso e solenne se la città fosse sopravvissuta al morbo.
Poche settimane dopo la processione, l'epidemia subì prima un brusco rallentamento per poi lentamente regredire fino a estinguersi definitivamente.  Il bilancio finale fu stimato in quasi 47.000 morti nel solo territorio cittadino (oltre un quarto della popolazione) e quasi 100.000 nel territorio del Dogado. Il governo decretò allora di ripetere ogni anno, in segno di ringraziamento, la processione in onore della Madonna denominata da allora della "Salute". Il governo della Repubblica mantenne fede al voto. Il concorso venne vinto da Baldassare Longhena con il suo progetto di un tempio barocco a struttura ottagonale sormontato da un'imponente cupola, ovvero l'attuale basilica di Santa Maria della Salute, che fu consacrata il 21 novembre 1687. (Tratto da Wikipedia).


Spero che le informazioni siano state una piacevole variante e concludo con l'augurio che la buona salute ci accompagni tutti.


RISOTTO DI ZUCCA E AMARETTI




Ingredienti:
- 300 g riso Superfino Arborio ZANGIROLAMI;
- 400 g zucca senza buccia;
- 4-5 foglie di salvia;
- olio evo Dante;
- parmigiano grattugiato;
- brodo vegetale;
- 10-12 amaretti;
- sale;
- burro.





Prendete uno spicchio di zucca, eliminate la buccia, tagliatela  a pezzetti. Mettete i pezzi di zucca in una pentola antiaderente con circa 1/2 bicchiere d'acqua, mettete il coperchio, quando l'acqua si è asciugata la zucca è morbida, circa 20 minuti. Una volta tenera, toglietela dal fuoco, schiacciatela con la forchetta e tenetela da parte. Sulla pentola antiaderente, fate tostare il riso con un filo di olio caldo, poi spruzzate il Vinchef e prima che asciughi aggiungete la zucca schiacciata e sbriciolate qualche amaretto.
Portate a bollore il brodo vegetale e cominciate ad aggiungerlo al riso mescolando. Aggiungete man mano che evapora portando il riso a cottura. Regolate di sale.
Una volta cotto toglietelo dal fuoco e mantecate: un bel pezzo di burro e mescolate velocemente poi aggiungete il parmigiano e mescolate ancora e infine aggiungete le foglie di salvia spezzettate  ,sbriciolate qualche amaretto e mescolate il tutto.
Mettete il risotto nei piatti e su ogni piatto sbriciolate un po di amaretti sulla superficie.





45 commenti:

  1. Le notizie storiche sono sempre interessanti ed è bello conoscere nuove culture! Il risotto dev'essere ottimo!!

    RispondiElimina
  2. Interessante il risotto con amaretti.

    RispondiElimina
  3. Mi piace leggere le tradizioni delle altre città, specie se sono italiane. Il tuo risotto è golosissimo. Buona giornata.

    RispondiElimina
  4. Grazie per le informazioni è sempre bello saperne di più..
    il tuo risotto da infarto...sono le 8,30 di mattina e io me ne mangerei un pò...Buonoooo

    RispondiElimina
  5. Grazie per le notizie storiche, molto interessanti.
    Buono il risotto con la zucca e gli amaretti!!
    Brava!
    A presto:)

    RispondiElimina
  6. peccato non trovare gli amaretti qui xke' l'idea e' davvero sfiziosa!

    RispondiElimina
  7. Lauretta mia.. il tuo risottino è qualcosa davvero di speciale. Mai visto nè assaggiato, così: mi attira molto per il saporino dolciastro che deve avere! :D Bravissima, amica mia.. io poi vivo nel paese degli Amaretti per eccellenza.. e non potevo non apprezzare! :D Grazie per le notizie sulla festa della Madonna della Salute: le tradizioni e i culti popolari mi interessano sempre tantissimo! Mi affascinano, perchè spiegano tanto del presente in continuità col passato! :D Un abbraccione!

    RispondiElimina
  8. Ciao Laura!! Che bel post, arricchito da queste informazioni!! Anche a me piace sapere le tradizioni delle varie città, oggi stiamo perdendo tutto questo perchè quasi non abbiamo più un vero luogo dove stare e mettere radici... è triste, secondo me se ne va una parte di noi assieme alle tradizioni, quindi hai fatto benissimo a raccontarci della "Madonna della Salute". Risotto buonissimo!! A proposito, ho indetto un'iniziativa natalizia fotografica sui gatti... se vorrai partecipare sarai la benvenutissima!!! Baciotti

    RispondiElimina
  9. Quante cose si possono imparare dalla storia, e poi realizzare qualcosa di favoloso come questo speciale risotto!!!
    Ciao e buona giornata cara Laura.
    Tomaso

    RispondiElimina
  10. Ma che bel risotto!!! amaretti e zucca.. è tipo il ripienod ei tortelli di zucca??? cmq sia.. ottimo! baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  11. Mi piace questo risotto con zucca e amaretti!!
    Baci :)

    RispondiElimina
  12. più che gli amaretti ci avrei messo i pistacchi ... che dici?

    RispondiElimina
  13. Non conoscevo questa tradizione bellissima!!
    Il risotto slurp!!
    Bravissima buona giornata baci!

    RispondiElimina
  14. che bellissimo post e che notizie interessanti,ma il risotto cattura tutta la mia attenzione che buono!!!complimenti ciao :)

    RispondiElimina
  15. Deve essere veramente gustoso questo risottino.....non vedo l'ora di provarlo!!!!!
    ciao a presto ^_^

    RispondiElimina
  16. un connubio di ingredienti perfetto...bravissima cara!
    bacioni

    RispondiElimina
  17. Interessante la storia di questi festeggiamenti, non la conoscevo... :)
    Interessante e curioso anche l'abbinamento risotto alla zucca e amaretti.
    Da provare! :)

    RispondiElimina
  18. molto interessante questo abbinamento zucca e amaretti .. anch'io ieri mi sono sdata per il risotto ma abbinamenti molto classici!
    bono bono!

    RispondiElimina
  19. davvero molto bella e interessante,io l'ho vista solo da fuori durante il tragitto in vaporetto per andare a pizza San Marco,se dall'esterno è così immagino come sarà all'interno,la prossima volta che andrò a Venezia la visiterò di certo,anche la storia è molto interessante.
    però non tralasciamo il tuo risottino che mi sembra all'altezza di questa meravigliosa opera.
    baci

    RispondiElimina
  20. ... invece degli amaretti forse avrei preferito i pistacchi tritati ...

    RispondiElimina
  21. Buona Salute a te cara Laura! Un risotto che mi porta nelle terre dove la zucca è molto amata (Lombardia e Emilia Romagna) ma che anche qui a Venezia, città adottiva per me, è regina. Brava come sempre. Un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Adoro Venezia!!E' la città italiana che amo più di ogni altra!!!!
    Ti ringrazio per lo splendido post, non conoscevo nè questa splendida basilica nè la storia a cui è legata e poi voglio ringraziarti ancora per le splendide ricette che ogni giorno ci proponi!!!
    Un bacio e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  23. Molto particolare questo risotto! Non sono mai stata a Venezia, però è una delle mie mete messe in lista :)

    RispondiElimina
  24. Quanto sei cara
    Grazie Laura!!!!!!!!
    Che la salute davvero accompagni noi e chi amiamo sempre!!!!!!!!
    Un piatto del tuo risotto è un buon inizio
    Un bacione

    RispondiElimina
  25. Ciao Cara Laura tutti abbiamo bisogno della salute il bene più prezioso che si possa avere non c'e denaro che la possa comperare
    buona salute buona serata.

    Tiziano.

    RispondiElimina
  26. Ciao Laura :) Che bello questo augurio, mi unisco anche io perché la salute è un bene prezioso che auguro a TUTTI. Grazie per questo bel post e per averci raccontato questa bella storia, complimenti anche per il delizioso risotto! Bravissima. Un bacione e buona serata!

    RispondiElimina
  27. Io e Massi siamo qui a dirci che lo dobbiamo fare quanto prima! deve essere squisito!!! bacioni!

    RispondiElimina
  28. Che bella dev'essere questa festa. Venezia poi è così suggestiva :) La salute è davvero un bene prezioso, dovremmo pensarci più spesso e non ricordarlo solo quando vien meno!
    Delizioso i tuo risotto, la granella di amaretti abbinata alla zucca è magnifica. Un gusto dolce-salato che mi piace molto. Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  29. Interessante questa festa tradizionale, Venezia è unica!
    Golosissimo il risotto, la zucca e gli amaretti sono un connubio perfetto!

    RispondiElimina
  30. Che bello sapere tutte queste cose.
    Particolarissimo il tuo risotto con gli amaretti
    ciao
    alice

    RispondiElimina
  31. Che bello e interessante conoscere le tradizioni dei nostri paesi! Grazie per gli auguri di buona salute, di quella ne abbiamo bisogno tutti! Il tuo risotto è gustoso e invitante, brava! Ciao

    RispondiElimina
  32. ¡Qué bonita Venecia! A ver si puedo ir algún día.
    El arroz delicioso.
    ;)

    RispondiElimina
  33. Ma che bontà!!! :-) ho la zucca in casa :-) scendo a prendere gli amaretti e lo provo!! Buona giornata!!

    RispondiElimina
  34. Wow un risotto molto particolare, complimenti! Sei bravissima!
    Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  35. Che buono l'abbinamento della zucca con gli amaretti, lo devo proprio provare!

    RispondiElimina
  36. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  37. Ciao, ho scoperto ora il tuo blog, ed è proprio carino!
    Mi sono segnata e ti seguirò!
    Se ti va di fare un salto da me ne sarei molto felice ;)
    Fairies Makeup and Magic
    Ciao ^^

    RispondiElimina
  38. Mi prendo volentieri un piatto di risotto, visto che adoro la zucca!

    Grazie per gli auguri che mi hai lasciato sul blog, sei stata gentilissima!

    Ps. Grazie anche per le informazioni, visto che questa festa si festeggia proprio in occasione del mio compleanno spero che l'influsso dii buona salute mi accompagni!

    RispondiElimina
  39. eh sì la salute è molto importante!e questo risotto è una meraviglia

    RispondiElimina
  40. Ciao Laura :) che bel' post, bello, bello!
    E poi questo risotto è una favola! Complimenti!
    Un bacio da Antonella.

    RispondiElimina
  41. Laura abito qui vicino e non lo sapevo?! Che ignorante sono!!!
    Meglio che mi gusto questo risotto amaretti e zucca sono una coppia vincente!!
    Baci

    RispondiElimina
  42. devo davvero provarlo piatto molto invitante

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...