mercoledì 23 dicembre 2020

TORTA OROLOGIO ALLA MELAGRANA

L'ultimo appuntamento della Rubrica "Idea menù" di quest'anno è dedicato al Cenone di fine Anno.
Per il dolce ho pensato a qualcosa di semplice, alla portata di tutti, visto che lo passeremo in tranquillità a casa. 
Su una base al cioccolato una morbida crema di ricotta e succo di melagrana, dove appoggiare le ore di cioccolato. 
Un dolce goloso, che piacerà a tutti ma anche un modo per cominciare l'anno nuovo con un simbolo di prosperità e salute. 
Il melograno fin dall'antichità è considerato una pianta sacra e simbolo di fertilità e abbondanza. Consumarne il frutto, insieme alla famiglia, nella notte di San Silvestro è di buon auspicio per il nuovo anno. Come farne a meno???

TORTA OROLOGIO ALLA MELAGRANA




INGREDIENTI:
Per la base:
- 3 uova;
- 100 g di zucchero;
- 40 ml di olio di semi;
- 100 g di farina 00;
- 5 g di lievito per dolci;
- 100 g di cioccolato fondente.

Per la crema alla melagrana:
- 200 ml di succo di melagrana;
- 130 ml di acqua;
- 100 g di zucchero a velo;
- 45 g di maizena;
- 100 g di ricotta.



Per preparare la base morbida al cioccolato, iniziate sciogliendo il cioccolato fondente a bagnomaria o nel microonde.

In una ciotola montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.
Aggiungete l'olio e poi il cioccolato fondente fuso tiepido (non caldo).

Infine incorporate la farina setacciata con il lievito.

Versate il composto nello stampo furbo imburrato e infarinato e infornate a 180 °C per 20 minuti.

Quando la crostata morbida è pronta, lasciatela raffreddare e poi capovolgetela.

Per preparare la crema alla melagrana, mescolate in una ciotola  la maizena setacciata e lo zucchero a velo.
Aggiungete il succo della melagrana e l'acqua e mescolate con una frusta.
Mettete sul fuoco a fiamma bassa e cuocete mescolando sempre con la frusta per evitare che si formino grumi.
Dopo 5-10 minuti la crema si sarà addensata.
Togliete dal fuoco, versatela in una ciotola e lasciatela raffreddare.

Una volta che la crema si è raffreddata aggiungete la ricotta e mescolate bene.

Versate la crema sulla base della torta al cioccolato e decorate con i numeri al cioccolato, chicchi di melagrana e bastoncini di cioccolato.






Questo è il menù completo:





TANTISSIMI AUGURI A TUTTI !!!








mercoledì 9 dicembre 2020

FILETTO DI BRANZINO ALL' ARANCIA

La rubrica "Idea Menù" è oggi dedicata al menù di Natale.

La mia proposta è un piatto di pesce per una deliziosa e colorata seconda portata, che pur nella sua semplicità, renderà molto raffinata la tavola della Festa, per chi anche in questa occasione non vuole rinunciare a mangiare pesce.

 FILETTO DI BRANZINO ALL' ARANCIA





Ingredienti x 6 persone:
- 6 filetti di branzino con la pelle;
- 2 arance;
- 2 porri;
- 18 olive nere;
- 4 cespi di radicchio rosso di Treviso;
- olio evo;
- aceto balsamico;
- sale e pepe.




Togliete ai porri la parte più verde e tagliateli a rondelle.
Lavateli bene e metteteli in una padella, con poco olio, a fiamma dolce per 7-8 minuti.

Sbucciate le arance, ricavate gli spicchi e pelateli al vivo, raccogliendo il succo che fuoriesce in una ciotola.

Incidete a rombi la pelle dei filetti di branzino, quindi salateli e pepateli. 
Scaldate 2 cucchiai d'olio in una padella e fate cuocere i filetti, adagiandoli con la pelle verso l'alto, per circa 3 minuti.
Girateli e lasciate cuocere ancora per pochi minuti.

Tagliate i cespi di radicchio a 3/4 della lunghezza, lasciando così la radice finale e un pò di radicchio per altre preparazioni. 
Lavate bene le foglie di radicchio, asciugatele e spezzettatele o tagliatele come più vi piace.
Distribuite il radicchio nei piatti individuali.

Adagiatevi sopra i filetti di branzino, unite i porri saltati in padella e completate con le olive tagliate a rondelle e gli spicchi di arancia.
Filtrate il succo degli agrumi, emulsionatelo con 4 cucchiai d'olio, 1 cucchiaio di aceto balsamico e un pizzico di sale.
Irrorate i piatti e servite.






Questo è il menù completo:




mercoledì 25 novembre 2020

TAGLIATELLE CON MAZZANCOLLE E RADICCHIO DI TREVISO

Le tagliatelle con mazzancolle e radicchio di Treviso è un fantastico piatto della domenica, tramandato da madre in figlia, per conservare tutto l'amore delle ricette di casa, tenendo vive le proprie origini e le tradizioni veneziane.

Questo mi pare il piatto giusto per la rubrica "Idea menù" questa settimana dedicato alle ricette delle nonne.

                             TAGLIATELLE CON MAZZANCOLLE
                                 E RADICCHIO DI TREVISO



INGREDIENTI:

Per le tagliatelle:
- 2 uova;
- 200 g di farina ;
- sale.

Per il condimento:
- 24 code di mazzancolle;
- 2 cespi di radicchio di Treviso;
- olio evo;
- sale e pepe.



Per preparare le tagliatelle, sulla spianatoia mettete la farina setacciata disposta a fontana e al centro rompeteci le uova.
Con una forchetta incorporate la farina all'uovo, aggiungete il sale e impastate bene fino a quando la pasta non si presenta elastica e morbida, dopodiché lasciatela riposare coperta da un canovaccio o dalla pellicola alimentare per mezz'ora.

Stendete la pasta e procedete con il taglio per formare le tagliatelle.


Per preparare il condimento, eliminate le foglie esterne del radicchio e la radice, poi tagliatelo a pezzettini.

Lavatelo accuratamente in acqua fredda per renderlo meno amaro nella cottura.

Lavate accuratamente le code delle mazzancolle in acqua fredda, dopo aver tolto la corazza sgusciandole fino alla coda e il filetto nero con l'aiuto di uno stecchino.

Versate un filo d'olio in una pentola, quando è ben caldo mettete il radicchio e lasciatelo soffriggere per 2 minuti. Aggiungete a questo punto le mazzancolle e spegnete subito il fuoco. Regolate di sale e pepe e tenete da parte.


In una pentola portate a cottura le tagliatelle, mettete nell'acqua salata portata a bollore un cucchiaio d'olio e calcolate 6-7 minuti per la cottura.

Scolate le tagliatelle 3-4 minuti prima del termine della cottura e fate attenzione a mettere da parte un po' d'acqua di cottura.

Accendete il fuoco sotto la pentola del radicchio e mazzancolle e versate le tagliatelle. Aggiungete un po' d'acqua di cottura e finite di cuocere mescolando accuratamente. Se la pasta si asciuga troppo aggiungere dell'altra acqua di cottura per mantenerle morbide.

Servite caldo e, a piacere, con un filo d'olio.





Questo è il menù completo:

Dolce Crostata di ricotta e amaretti