martedì 14 gennaio 2020

RISOTTO AL NERO DI SEPPIA

Il risotto al nero di seppia è un classico primo piatto che qui a Venezia è molto diffuso, anche nei ristoranti è richiestissimo!!!
La preparazione non è per nulla difficile, specie se il pescivendolo vi pulisce le seppie e toglie le vescichette dell'inchiostro che vi incarta a parte.
Vi consiglio di provarlo, ne vale la pena!!!

RISOTTO AL NERO DI SEPPIA





Ingredienti:
- 300 g riso Carnaroli;
- 3 seppie;
- 1 cipolla bianca;
- 1 spicchio d'aglio;
- 1/2 bicchiere di vino bianco;
- 1 vasetto di passata di pomodoro;
- 1 l di fumetto di pesce o di brodo vegetale;
- prezzemolo tritato;
- olio evo;
- sale e pepe.


Pulite e spellate le seppie facendo attenzione, nello svuotare le sacche, a non rompere le vescichette di inchiostro. 
Lavatele bene sotto l'acqua corrente, tagliatele a listarelle e dividete i tentacoli.
Tritate la cipolla e l'aglio e fateli imbiondire in una larga padella con l'olio.
Aggiungete le seppie tagliate e fatele insaporire per qualche minuto.
Bagnate con il vino e fate sfumare, unite la salsa di pomodoro e le vescichette con l'inchiostro.
Mescolate e fate cuocere a pentola coperta per circa 30 minuti.
Le seppie saranno morbide, per non farle diventare gommose cuocendole troppo, toglietele dalla pentola e conservatele a parte coperte per mantenere l'umidità.
Unite il riso al condimento delle seppie, mescolate e dopo qualche minuto cominciate ad aggiungere un mestolo alla volta, man mano che si asciuga, il fumetto di pesce o il brodo vegetale bollente.
Portate a cottura il riso, regolate di sale se serve, una spolverata di prezzemolo tritato, volendo una macinata di pepe, aggiungete le seppie messe da parte, mescolate e servite.


18 commenti:

  1. Per me che sono siciliana, è un invito a nozze!

    RispondiElimina
  2. L'ho fatto ma sempre comprando la bustina del nero di seppia, mai veramente con l'inchiostro della seppia. Chissà che sapore sublime che ha questo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova con le seppie fresche e il loro inchiostro ... tutt'altra cosa!!!

      Elimina
    2. chiederò al pescivendolo ;-)

      Elimina
  3. Cara Laura, sai per me è una cosa nuova, ma lo proverei ugualmente.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Lo sai che non l'ho mai preparato! Mi hai fatto venir voglia!!

    RispondiElimina
  5. Mi hai ricordato che è da un po' che non lo faccio ^_^ devo rimediare!! Buona settimana

    RispondiElimina
  6. Mi ricorda tanto mio papà questa ricetta.. anche lui era proprio bravissimo nel farlo! Grazie Laura, è veramente una proposta bellissima la tua

    RispondiElimina
  7. Una proposta molto gustosa! Che buono ^_^
    Un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
  8. Buono e accattivante, da tanto che non lo preparo!!
    Venerdì compro le seppie :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  9. Ha un aspetto molto invitante, non è poi così semplice fare il risotto al nero di seppia,complimenti.

    RispondiElimina
  10. Mi piace molto.... al di là del sorriso dopo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione .... meglio tenere la bocca chiusa dopo averlo mangiato, ma ne vale la pena!!!

      Elimina
  11. Sai che proprio a Venezia l'ho assaggiato per la prima volta? E' stato subito amore... bacione ;)

    RispondiElimina
  12. Ma sai che non l'ho mai fatto? La pasta fresca colora sì ma questo ancora no. Baci

    RispondiElimina
  13. Che buono, lo adoro! Qui da noi il nero di seppia lo vendono al super ma non ha niente a che fare con quello che acquistai tantissimi anni fa, direttamente al porto, in riviera romagnola. Avevo preparate le seppie al nero di seppia con la polenta, mamma mia, ricordo ancora il suo sapore! Beati voi

    RispondiElimina
  14. E' tanto che non lo faccio mi hai fatto venire la voglia :-P
    complimenti per la ricetta!!!

    RispondiElimina
  15. stupisce per il colore nero ma incanta per il sapore, un ottimo risotto

    RispondiElimina