giovedì 18 dicembre 2014

STELLE AL DOPPIO RADICCHIO ROSSO

Oggi vi propongo un primo piatto di pasta fresca ripiena fatta in casa che potreste preparare a Natale.
Non sono riuscita a presentare e fotografare il piatto nel migliore dei modi, ma vi assicuro che è buonissimo!!!!!!

STELLE AL DOPPIO RADICCHIO ROSSO





INGREDIENTI (dalla rivista "Alice cucina" Dicembre 2012):
Per la pasta:
- 300 g di farina;
- 1 cespo di radicchio rosso;
- 1 uovo.

Per il ripieno:
- 2 cespi di radicchio rosso;
- 200 g di ricotta;
- 2 scalogni;
- 60 g di parmigiano grattugiato;
- 1/2 bicchiere di vino rosso;
- olio evo;
- sale e pepe.

Per la salsa:
- 250 ml di besciamella;
- 150 g di taleggio.





Per le stelle, tagliate a listerelle il radicchio.
Stufatele in padella con po' di acqua, quando sono cotte, lasciatele raffreddare e poi strizzatele bene.
Frullatele nel mixer con un uovo.
Fate la classica fontana con la farina e unite al centro il composto di uova e radicchio.
Lavorate energicamente, formate una palla, avvolgetela con la pellicola trasparente e fatela riposare per circa mezz'ora.

Per il ripieno, tritate finemente gli scalogni e fateli rosolare in padella con un filo d'olio, unite il radicchio tagliato a listerelle sottili, salate e pepate.
Versate il vino, sfumate e portate a cottura.
Quasi al termine della cottura, alzate la fiamma e fate asciugare.
Raccogliete la ricotta in una ciotola, unite il parmigiano, il radicchio cotto e mescolate.

Con il mattarello tirate la pasta e ricavate due sfoglie.
Distribuite su una di queste noci di ripieno, ben distanziate tra loro.
Coprite con l'altra sfoglia, schiacciate leggermente con le dita per sigillarle e con una formina a forma di stella ricavate tante stelle.
Scaldate la besciamella, unite il taleggio, tagliato a dadini, e fate sciogliere su fiamma dolce.
Lessate le stelle in abbondante acqua salata, scolatele, condite con la salsa al taleggio.




martedì 16 dicembre 2014

DANUBIO SALATO NATALIZIO

Questa è l'ultima settimana prima di Natale, come al solito il tempo passa velocissimo e ci si ritrova all'ultimo momento in cerca dei regali e a pensare cosa proporre al pranzo del 25!
La ricetta di oggi, può essere un' idea divertente da presentare come antipasto al pranzo di Natale, ovvero il Danubio salato rivisitato in veste natalizia!

DANUBIO SALATO NATALIZIO


INGREDIENTI:
Per l'impasto (16 palline)
- 300 g di farina Manitoba;
- 100 g di farina 00;
- 180 ml di latte;
- 35 g di olio evo;
- 20 g di zucchero;
- 10 g di sale;
- 25 g di lievito di birra;
- 1 uovo.

Per il ripieno:
- 60 g di formaggio Asiago;
- 80 g di prosciutto cotto;
- timo fresco.

Per spennellare:
- 1 uovo;
- latte.




Preparate il ripieno, tagliando a dadini il formaggio e il prosciutto cotto e raccogliendo le foglioline di timo.
In una ciotola sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido.
In un'altra ciotola mescolate la farina, il sale e lo zucchero.
Unite anche l'uovo, il latte con il lievito e l'olio.
Impastate bene e poi formate una palla e lasciatela lievitare un' ora e mezza circa. 
A questo punto dividete l'impasto in 16 pezzetti, stendete con un mattarello ciascun pezzetto di pasta e farciteli alternativamente con il formaggio e timo o dadini di prosciutto cotto.
Una volta farciti i dischi di impasto, richiudeteli bene dando la forma di una pallina.
Posizionatele su una teglia ricoperta da carta da forno con la chiusura rivolta verso il basso e disponetele creando un albero di Natale.
Sbattete un uovo con un po' di latte e spennellate la superficie.
Fate lievitare per circa mezz'ora  e poi infornate a 180 °C per circa 30 minuti.






sabato 13 dicembre 2014

PANINI DI SANTA LUCIA

Il giorno di Santa Lucia, il 13 dicembre, è usanza in Svezia preparare questi panini allo zafferano che ragazze vestite di bianco e indossando delle fasce attorno al capo a cui sono state fissate delle candele, girando per i villaggi, offrono alla gente.
Questa bella usanza di festeggiare il giorno più corto dell'anno l'ho trovata nel libro "Il pane fatto in casa" ed è quanto mai adatta a festeggiare la Santa "della luce", protettrice della vista e degli occhi.

Per me il giorno di Santa Lucia è una data molto importante perchè il 13 dicembre 2011 è arrivato a casa nostra Nerello, portando un bel po di subbuglio (qui). Di cose in questi anni ne sono successe tante, ma mai mi sono pentita di aver accolto in casa la mia meravigliosa pallina nera!!!

PANINI DI SANTA LUCIA






INGREDIENTI (per 12 panini):
- 120 ml di latte;
- un pizzico di zafferano;
- 400 g di farina;
- 50 g di mandorle in polvere;
- 3 g di sale;
- 75 g di zucchero;
- 25 g di lievito fresco;
- 120 ml di acqua tiepida;
- 1 fialetta di aroma di mandorle;
- 50 g di burro ammorbidito.
Per la glassa:
- 1 uovo;
- 15 ml di acqua.




Portate a ebollizione il latte. Aggiungete lo zafferano, rimuovete dal fuoco e lasciate in infusione per circa 15 minuti.
Fate sciogliere il lievito nell'acqua.
In una ciotola mescolate la farina, le mandorle in polvere, sale e zucchero.
Aggiungete il latte con lo zafferano, il lievito e l'aroma di mandorle.
Mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
Aggiungete progressivamente il burro ammorbidito e continuate a lavorare l'impasto.
Ponete in una terrina precedentemente unta, coprite e lasciate lievitare per circa un'ora o comunque finché non sarà il doppio della grandezza.
Trascorso il tempo, lavorate nuovamente l'impasto e poi dividetelo il 12 parti uguali e date a ognuno una forma diversa: uno a forma di "S", uno a forma di stella, uno a forma di cappello arricciato.
Ponete i panini sulle teglie da forno ben distanziate e lasciate lievitare per circa mezz'ora.
Preparate la glassa sbattendo l'uovo con l'acqua e spennellate sui panini.
Cuocete a 200 °C per 15 minuti a fino a doratura.





Ecco Nerello oggi........



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...