sabato 28 marzo 2015

IL CASATIELLO

Dopo aver provato una ricetta ligure e una ricetta pugliese, oggi vi presento una ricetta campana, ovvero il Casatiello!
Questo ciambellone salato viene preparato durante il periodo pasquale e siccome può essere gustato anche freddo è perfetto per le gite fuori porta.
Come tutte le ricette tradizionali, esistono un'infinità di versioni, l'originale ha un ripieno molto più abbondante di quello che ho preparato io, ma già con le mie dosi si è rivelato un piatto parecchio sostanzioso.
Inoltre, dovrebbe essere preparato con lo strutto mentre io ho utilizzato il burro.
A me è piaciuto molto, la preparazione si è rivelata meno elaborata di quello che pensavo e anche il resto della famiglia è stata molto contenta di poter assaggiare questa saporita e buona ricetta napoletana!

IL CASATIELLO 



INGREDIENTI:
Per l'impasto:
 -600 g di farina Manitoba;
- 350 g di acqua tiepida;
- 120 g di burro;
- 1 bustina di lievito di birra disidratato;
- 10 g di sale;
- 2 cucchiaini di burro.

Per il ripieno:
- 100 g di scamorza tagliata a cubetti;
- 100 g di salame tagliato a cubetti;
- 100 g di pancetta a cubetti;
- 40 g di pecorino grattugiato;
- 40 g di grana padano grattugiato.

Per decorare:
- latte;
- 4 uova.



In una ciotola setacciate la farina, aggiungete il lievito di birra, lo zucchero, il burro, il sale e l'acqua tiepida un po' alla volta.
Iniziate ad impastare amalgamando gli ingredienti, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Riponete l'impasto in una ciotola imburrata, coprite e lasciate lievitare per circa 2 ore o fino a che il volume dell'impasto non sarà raddoppiato.

Trascorso il tempo, riprendete l'impasto, lavoratelo velocemente sul tavolo infarinato, togliete un pezzo che vi servirà per fermare le uova sopra il Casatiello, coprendolo con della pellicola,  e il resto stendetelo in un rettangolo sottile.

Cospargetelo con il parmigiano, il grana, la pancetta, la scamorza e il salame, lasciando tutto il bordo vuoto.
Arrotolate l'impasto sul lato più lungo e formate un grosso rotolo.

Imburrate uno stampo da ciambella e metteteci dentro il rotolo, sovrapponete leggermente le due estremità e poi fate lievitare per un'altra ora.

Trascorso il tempo prendete le uova lavate ed asciugate e premetele delicatamente sulla superficie del rotolo.
Stendete la pasta avanzata e ritagliate delle piccole strisce che andrete a posizionare a croce su ogni uovo.

Spennellate con del latte e infornate a 200 °C per circa 45 minuti.



giovedì 26 marzo 2015

SCARCELLA

Come vi ho detto nel precedente post quest'anno mi sono divertita a sperimentare alcune ricette tradizionali pasquali di altre regioni.
Il dolce di oggi è di origine pugliese: la Scarcella.
E' una ricetta semplice che si prepara per la Settimana Santa, ovvero un biscotto di  pasta frolla profumata al limone, decorata con un uovo sodo e perline colorate a cui si da la forma da ciambella, cestini, panieri, ma anche colomba e bambolina.
Come tutte le ricette tradizionali ci sono molte versioni, io ho provato questa, ma ne ho trovate molte che hanno anche come ingrediente l'ammoniaca.
Amiche della Puglia cosa mi dite di questa ricetta? 
A noi è piaciuta molto e Pietro è rimasto incantato dalla forma particolare del biscotto!

SCARCELLA



INGREDIENTI:
- 250 g di farina 00;
- 70 g di zucchero;
- 60 ml di olio;
- 1 uovo;
- 30-40 ml di latte;
- scorza di 1/2 limone;
- 8 g di lievito per dolci;
- sale.

Per decorare:
- 1 uovo sodo;
- perline colorate;
- acqua.




Mescolate la farina con il lievito e disponetela a fontana sulla spianatoia, aggiungete lo zucchero e la buccia di limone.

Ponete al centro l’olio, un pizzico di sale, l’uovo ed un poco di latte tiepido.

Impastate delicatamente, eventualmente aggiungendo ancora latte.

Lavorate la pasta per una decina di minuti.

Prendetene una parte e stendetela, con l’aiuto di un piatto ritagliate un cerchio.

Tagliatelo a metà e mettetelo in una teglia rivestita da carta da forno.
Prendete un altro pezzo di pasta e create il manico del cestino. 
Posizionate un uovo, spennellate con acqua e con un altro pezzo di pasta create la copertura per l’uovo.
Adagiatela sopra l'uovo e fate aderire alla base lasciando scoperta una parte dell’uovo.
Spennellate ancora con un po' d'acqua, spolverate con zucchero di canna e aggiungete le perline colorate.
Con la pasta rimasta ho preparato altri biscottini con forme pasquali. 
Infornate in forno già caldo a 180°c per circa 15-20 minuti.



martedì 24 marzo 2015

TORTA PASQUALINA

Quest'anno in occasione della Pasqua ho voluto provare alcune ricette tipiche di altre regioni d'Italia.
Dedicate a questa festività ci sono tantissime ricette e come tutte quelle tradizionali è difficile trovare proprio quella originale, perché ogni famiglia ha una sua versione.
Comunque anche se mi sarebbe piaciuto di più assaggiare questi piatti direttamente nel territorio d'origine ho deciso di provare a riprodurli a casa.
La prima ricetta tradizionale pasquale che vi presento è la Torta Pasqualina! 
Questa torta dalle origini molto antiche (ne è attestata l’esistenza nel XV secolo), è una famosa specialità genovese, chiamata così perchè si usava (e si usa) prepararla e mangiarla soprattutto a Pasqua. Questa torta salata si prepara anche con i carciofi, ma la tradizionale torta Pasqualina è fatta con le bietole o le spinaci, poiché nel periodo pasquale i carciofi non erano a buon mercato, mentre le umili bietole e le spinaci di campagna erano in pieno germoglio e tutti potevano permettersi di acquistarne in quantità. Tradizione vuole che i fogli di pasta che compongono la torta pasqualina siano esattamente 33, in ricordo degli anni di Gesù, ma in pratica ci si “accontenta” anche di meno. Non solo: come spesso accade nei piatti tipici di origini molto antiche gli ingredienti della torta Pasqualina, uova e formaggio, erano alimenti pregiati che venivano consumati solo nelle grandi ricorrenze. In Liguria, al posto della ricotta, si utilizza la prescinseua, una sorta di cagliata di latte molto leggera, reperibile in alcune gastronomie particolarmente fornite. Il segreto della riuscita della ricetta sta nella preparazione della pasta che va fatta senza uova e dev’essere veramente sottilissima. La torta Pasqualina è buona sia tiepida che fredda. (notizie prese dal web)



TORTA PASQUALINA




INGREDIENTI:
- 2 rotoli di pasta sfoglia;
- 5 uova;
- 500 g di spinaci lessati e strizzati;
- 250 g di ricotta;
- 50 g di pecorino grattugiato;
- 30 g di parmigiano reggiano grattugiato;
- sale;
- latte.





Sminuzzate su un tagliere gli spinaci e trasferiteli in una ciotola.
Aggiungete la ricotta, il pecorino, il parmigiano, un uovo e il sale.
Mescolate fino ad ottenere un ripieno omogeneo.
Foderate uno stampo a cerniera da 26 cm con un disco di pasta sfoglia, bucherellate la base e versateci all'interno il ripieno ottenuto.
Con il dorso di un cucchiaio formate quattro conche e all'interno di queste adagiatevi le 4 uova sgusciate delicatamente.
Ricoprite con l’altro disco di pasta sfoglia, richiudete sigillando bene i bordi, poi bucherellate la superficie e spennellate con un po' di latte. 
Con altra pasta sfoglia ho preparato alcune simpatiche decorazioni utilizzando delle formine.
Infornate la torta Pasqualina in forno preriscaldato a 190 °C e cuocete per 45 minuti.








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...