giovedì 30 aprile 2015

TIRAMISÙ CON FRAGOLE E RICOTTA (SENZA UOVA)

Siamo quasi a Maggio e invece il tempo di questi ultimi giorni ricorda più l'autunno che la primavera.
Nonostante ciò, le fragole, il frutto più buono di questa stagione, che io adoro e anche Pietro ne è golosissimo, fanno bella mostra di se sui banchi del mercato e dai fruttivendoli, è impossibile non comprarle così belle, grosse e invitanti.....
Così ho voluto provare questo particolare tiramisù che mi ha colpito per la sua leggerezza, per la mancanza di uova e per la presenza dell'arancia negli ingredienti!
Vi consiglio di provarlo e poi fatemi sapere se anche a voi è piaciuto così tanto come a noi!

TIRAMISÙ CON FRAGOLE E RICOTTA (SENZA UOVA)



INGREDIENTI:
- 1 confezione di savoiardi;
- 150 g di zucchero a velo;
- 500 g di ricotta;
- 250 g di mascarpone;
- 600 g di fragole;
- 3 arance;
- 1 anice stellato;
- 1 pezzetto di zenzero;
- 1 stecca di cannella;
- 1 rametto di menta.



In una ciotola lavorate con una frusta la ricotta, il mascarpone, 100 g di zucchero a velo, la scorza grattugiata di 2 arance, fino ad ottenere una crema morbida.
Lavate le fragole e tagliatele a pezzetti.
In un pentolino raccogliete lo zucchero rimasto, le spezie e il succo delle arance.
Trasferite sul fuoco finché lo zucchero si scioglie.
Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
In una pirofila distribuite i savoiardi bagnati con lo sciroppo ottenuto.
Spalmate sopra metà della crema di ricotta, aggiungete le fragole a pezzetti.
Formate uno strato di savoiardi e coprite con la crema rimasta.
Trasferite il dolce in frigorifero per un paio d'ore.
Prima di servire decorate con le fragole rimaste e con qualche fogliolina di menta.




martedì 28 aprile 2015

RAVIOLGATTI AI BROCCOLI SU LETTO DI PATATE

Sabato il mio gattone rosso Marvin ha compiuto ben 6 anni!
In suo onore ho pensato di preparare dei simpatici ravioli a forma di gatto!
I ravioli con questo ripieno l'avevo già preparato qui, ma questa volta l'ho condito con una crema di patate al profumo di cardamomo.
Grazie a questa forma particolare sono anche riuscita a fare mangiare i broccoli a Pietro, che in questo periodo rifiuta qualsiasi tipo di verdura! 

RAVIOLGATTI AI BROCCOLI SU LETTO DI PATATE



INGREDIENTI
Per la pasta:
- 300 g di farina;
- 3 uova.

Per il ripieno:
- 300 g di broccoli;
- 100 g di ricotta;
- 50 g di pecorino grattugiato;
- 1 spicchio di aglio;
- olio evo.

Per la crema di patate:
- 6 patate medie;
- latte;
- cardamomo in polvere;
- mandorle in scaglie.




Per la pasta.
Setacciate la farina sulla spianatoia e fate la classica fontana.
Rompete al centro le uova con una forchetta, incorporando man mano un po' di farina.
Lavorate l'impasto fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.
Dategli la forma di una palla, copritelo con un canovaccio e lasciatelo riposare per mezz'ora.

Mondate i broccoli, eliminando le parti più dure, riduceteli in cimette e lessateli a vapore in modo che rimangano al dente. 
Scaldate 2 cucchiai di olio in una padella con l'aglio schiacciato, unite le cimette e fatele insaporire per qualche minuto.
Eliminate l'aglio e trasferite i broccoli nel bicchiere del mixer, unite la ricotta, il pecorino e frullate.

Stendete la pasta in una sfoglia sottile e tagliatela a metà.
Distribuite su metà sfoglia noci del ripieno preparato, distanziandoli a intervalli regolari.
Coprite con l'altra metà e premete con le dita intorno al ripieno, per richiuderlo bene.
Infine ritagliate i tortelli in forma quadrata con una rotella dentata oppure con una formina (io a forma di gatto).

Fate bollire le patate in acqua salata.
Scolatele, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate.
Scaldate il latte, versate le patate mescolando bene, regolate di sale e aggiungete 1/2 cucchiaino di cardamomo, sempre mescolando.
Aggiustate la densità della crema aggiungendo più o meno latte e poi filtratela passando al setaccio.
Tritate le mandorle in scaglie e fatele brunire in padella con il burro.

Cuocete i ravioli in acqua salata, scolateli e fateli saltare nella padella con il burro, aggiungendo un cucchiaio di acqua di cottura.
Servite i ravioli adagiandoli su un letto di crema di patate, guarnite con le mandorle in scaglie.










domenica 26 aprile 2015

TRECCIA CON GOCCE DI CIOCCOLATO

Era da un po' che volevo provare questo dolce lievitato, finalmente ho avuto un po' di tempo e non ho resistito!
Non mi aspettavo di ritrovarmi una treccia così grande, per fortuna è venuta buonissima e sofficissima perfetta per la prima colazione!
Così l'ho tagliata a fette e congelata, in questo modo ogni mattina mi trovo un buonissimo pan brioche al cioccolato da gustare con una calda tazza di latte, così la giornata comincia decisamente bene!!!!!

TRECCIA CON GOCCE DI CIOCCOLATO




INGREDIENTI: (dalla rivista "Alice Cucina")
- 400 g di farina 00;
- 150 g di farina Manitoba;
- 100 g di burro;
- 80 g di zucchero;
- 3 uova;
- 250 ml di latte tiepido;
- 25 g di lievito di birra;
- 5 g di sale;
- scorza di 1 limone;
- 1 bacca di vaniglia;
- 250 g di gocce di cioccolato fondente;
- granella di zucchero;
- granella di nocciole.



Versate nella planetaria le farine, lo zucchero, il lievito, il latte e iniziate a impastare.
Incorporate il burro ammorbidito e poi le uova,una alla volta.
Infine aggiungete il sale, la scorza del limone e i semi di vaniglia.
Amalgamate fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico (dovrà rimanere attaccato al gancio della planetaria).
Trasferite l'impasto in una ciotola, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per circa 1 ora e 1/2. 
Dopodiché stendete la pasta in un rettangolo, tagliatelo nel senso della lunghezza in 3 parti uguali e farcite ogni striscia con le gocce di cioccolato.
Chiudete i filoncini ottenuti, sigillando le estremità con i polpastrelli delle dita, intrecciateli e formate una treccia.
Trasferite in una teglia, rivestita con carta da forno e lasciate lievitare per 30 minuti.
Spennellate con del latte, spolverizzate con la granella di zucchero e di nocciole.
Infornate a 200 °C per 25 minuti.






giovedì 23 aprile 2015

POLPETTE DI QUINOA E VERDURE

Queste polpette sono state una piacevole sorpresa: velocissime nella preparazione e velocissime .... ad essere mangiate, sia calde che fredde!
Sono croccanti fuori e morbide dentro, inevitabile che una tiri l'altra, accompagnate da una bella insalata fresca diventano un' ottimo piatto unico.
Con le dovute sostituzioni possono essere mangiate da tutti. Per i celiaci basterà sostituire il pangrattato con uno senza glutine. Per i vegani sostituire le uova e il formaggio grattugiato con i sostituti vegan previsti.
Vi ricordo anche le ricette per le polpette di lenticchie e quella per le polpette di lenticchie al pomodoro .

POLPETTE DI QUINOA E VERDURE



INGREDIENTI (ricetta trovata qui):
- 200 g di quinoa;
- 2 carote;
- 1 scalogno;
- ½ gambo di sedano;
- 1 zucchina;
- 1 manciata di pisellini;
- 1 spicchio d’aglio;
- 1 piccola manciata di prezzemolo;
- 50 g di formaggio grattugiato;
- 2 uova;
- 4 cucchiai di pangrattato;
- sale e pepe;
- olio d’oliva.






Cuocete la quinoa in circa ½ lt di acqua salata, secondo le istruzioni della confezione, poi scolatela e fatela raffreddare bene prima dell’uso.
Mentre la quinoa si raffredda, mondate tutte le verdure, tritatele finemente (esclusi i piselli, che potete lasciare interi) e fatele rosolare in poco olio d'oliva.
Mischiate la quinoa con la verdura rosolata, il prezzemolo tritato, il formaggio grattugiato e le uova, poi condite con un po' di sale e pepe.
Aggiungete solo alla fine, se occorre, il pangrattato: l’impasto deve essere umido ma non bagnato, altrimenti le polpette rischiano di sbriciolarsi durante la cottura. Formate con le mani delle polpettine e scaldate un dito di olio d'oliva dove farle cuocere fino a completa doratura.
Le polpette devono formare una sottile crosticina, quindi fate attenzione a girarle delicatamente per non romperle.


martedì 21 aprile 2015

CIAMBELLA ALLO YOGURT SENZA UOVA

Il week end è passato troppo in fretta e ci troviamo a incominciare una nuova settimana......è sempre così difficile il lunedì!
Sabato ha piovuto tutto il giorno, così ho trovato il tempo per sperimentare nuove ricette!
Come questa ciambella preparata con ciò che avevo a casa, non ero molto convinta di fare un dolce senza uova, invece mi sono dovuta ricredere, ho ottenuto un'ottima alternativa per la prima colazione!

CIAMBELLA ALLO YOGURT SENZA UOVA



INGREDIENTI: (usare come misurino il vasetto dello yogurt)
- 2 vasetti di yogurt bianco;
- 3 vasetti di farina;
- 1 1/2 vasetti di zucchero;
- 1 vasetto di olio;
- 1 cucchiaino di vaniglia;
- 1/2 bustina di lievito;
- sale;
- zucchero a velo.


Unite tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolate.
Versate il composto in uno stampo a forma di ciambella e infornate a 180 °C per 30 minuti.
Decorate con zucchero a velo.




domenica 19 aprile 2015

TORTA CON PESCHE SCIROPPATE

Se il bel tempo continua, tra non molto cominceranno i week end al mare.
Anche per questo motivo sto cercando di riordinare la dispensa e utilizzare i prodotti che ho dimenticato lì da un po', come ad esempio un barattolo di pesche sciroppate che non ricordavo nemmeno di avere comperato.
Così ho realizzato una torta abbastanza leggera, soffice e perfetta per la merenda! 

TORTA CON PESCHE SCIROPPATE


INGREDIENTI:
- 200 g di farina;
- 150 g di zucchero;
- 1 barattolo di pesche sciroppate;
- 1 bicchiere di sciroppo delle pesche;
- 3 uova;
- buccia di un limone;
- 1/2 bicchieri di olio;
- 1/2 bustina di lievito.


Montate le uova con lo zucchero.
Aggiungete l'olio e la buccia del limone.
Incorporate un po' alla volta la farina setacciata e il lievito.
Infine versate lo sciroppo.
In una tortiera da 26 cm disponete a spicchi un po' di pesche sul fondo, versate sopra il composto e infine disponete a raggiera il resto delle pesche sciroppate.
Infornate a 180 °C per circa 40 minuti.




giovedì 16 aprile 2015

CROSTINI SALSICCIA E STRACCHINO

E' arrivata la primavera, è tempo di cambi di stagione, oltre che negli armadi anche in cucina!
Ho in archivio ancora un po' di ricette invernali che cercherò di finire di pubblicare il prima possibile.
Questi crostini sono dei buonissimi e velocissimi antipasti che mia sorella ama preparare quando ha ospiti a casa, non solo in inverno!

CROSTINI SALSICCIA E STRACCHINO


INGREDIENTI:
- pane tipo baguette;
- stracchino;
- salsiccia;
- erbe di Provenza.



Tagliate la salsiccia, schiacciatela e mescolatela con una forchetta con lo stracchino.
Tagliate il pane e spalmate il composto su ogni fetta, aggiungete sopra un pizzico di erbe di Provenza.
Infornate a 200 °C finché lo stracchino non si sia sciolto.





martedì 14 aprile 2015

CIAMBELLINE AL COCCO E YOGURT


Il week end appena trascorso ci ha regalato due bellissime giornate primaverili che ti invitavano a stare fuori il più possibile!
E' proprio quello che abbiamo fatto anche noi, ma nonostante questo non ho rinunciato a preparare un gustoso dolcetto: delle ciambelline soffici e friabili al cocco decorate con cioccolato o semplice zucchero a velo!


CIAMBELLINE AL COCCO E YOGURT



INGREDIENTI:

- 120 g di farina 00;
- 50 g di farina di cocco;
- 80 g di zucchero semolato;
- 2 uova;
- 110 ml di yogurt al cocco;
- 50 ml di olio di semi;
- 1 bustina di lievito;
- un cucchiaino di estratto di vaniglia;
- sale.

Per decorare:
- Nocciolata "Rigoni D'Asiago";
- palline di zucchero colorate;
- zucchero a velo.





Montate le uova insieme allo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

Aggiungete un pizzico di sale, l’estratto di vaniglia, lo yogurt e l’olio a filo in più riprese e sempre continuando a montare.

Unite la farina 00 ed il lievito setacciati, un po' alla volta. Aggiungete la farina di cocco continuando a montare con le fruste.

Versate il composto negli stampini da ciambella.

Cuocete a 180 °C in forno preriscaldato e statico per circa 30-35 minuti.

Fate raffreddare del tutto le ciambelline, estraetele dallo stampo e decorate con la Nocciolata e palline di zucchero colorate oppure con semplice zucchero a velo.




domenica 12 aprile 2015

RISOTTO CON I CARLETTI

In questo periodo dell'anno è molto facile trovare nelle nostre campagne diversi tipi di piante annue spontanee buonissime da mangiare e quindi usate in cucina per risotti, minestre, ripieni, frittate e, cotte o crude in base alla fantasia della cuoca.
Qui vi avevo parlato del buonissimo risotto con i bruscandoli.
Questa volta invece vi parlerò dei  "carletti", così si chiamano in Veneto le giovani foglie, prima della fioritura, della Silene vulgaris molto usate in gastronomia per il loro sapore dolce e delicato.
Oramai è facile trovare i carletti  dal fruttivendolo, ma tutt'altro sapore hanno quelli raccolti direttamente dai campi vicino a casa. Purtroppo io non lo saprei fare, ma per fortuna, Lucia è stata così gentile da darci un bel po del suo raccolto, così ho potuto preparare un buonissimo .......

RISOTTO CON I CARLETTI







INGREDIENTI:
- 360 gr Riso Superfino Arborio;
- 2 mazzetti di carletti;
- olio evo;
- aglio;
- 1/2 bicchiere vino bianco secco;
- parmigiano reggiano;
- burro;
- sale e pepe.





Pulite i carletti staccando il ciuffo e le foglioline laterali, lavateli e buttateli un paio di minuti in acqua salata bollente. Scolateli, tenendo da parte l'acqua che userete come brodo di cottura del riso, e saltateli in una padella con poco olio e l'aglio tritato. Aggiungete il riso, fatelo tostare, sfumate il vino e fatelo evaporare, continuate la cottura aggiungendo l'acqua di cottura dei carletti, mescolando e portando il riso a cottura. Regolate di sale e pepe. A fuoco spento mantecate con burro e parmigiano reggiano a piacimento.





giovedì 9 aprile 2015

TORTA RUSPA PER IL COMPLEANNO DI PIETRO!

Domenica oltre essere stato il giorno di Pasqua e stato il secondo compleanno del mio piccolo Pietro!
Il mio ometto ha già due anni, sta crescendo velocemente e sta diventando sempre più indipendente!
Per il suo compleanno volevo preparargli una torta che lo stupisse, inizialmente avevo pensato ad una semplice torta magari con una forma particolare (come quella dell'anno scorso), poi conoscendo la sua passione per le ruspe, gli escavatori e i camion ho deciso di provare a realizzarne una.
Così ho preso come modello la sua ruspa preferita, di cui non si stacca mai, se la porta con sé ovunque, perfino a dormire, e mi sono messa al lavoro!
Ho deciso di fare questa torta solo pochi giorni prima della sua festa quindi ho avuto poco tempo per studiare e capire come potevo realizzarla,  inoltre siccome volevo fosse una sorpresa, l'ho preparata di sera dopo che Pietro andava a dormire.

Comunque per la base ho realizzato un pan di spagna, farcito con della crema pasticcera, l'ho ricoperta con la Nutella ammorbidita con un po' di panna.
La ruspa l'ho fatta con la pasta di cereali e ricoperta di pasta di zucchero.
Poi per creare l'effetto terra ho sbriciolato dei biscotti al cioccolato e come carico della ruspa ho utilizzato dei cereali al cacao.

Sicuramente questa torta è piena di difetti ma è stata realizzata con tutto l'amore che una mamma ha per suo figlio!
Ho ottenuto quello che volevo, ovvero Pietro nella mia torta ha riconosciuto immediatamente la sua ruspa preferita!
Ora vi lascio un po' di foto della torta e naturalmente del festeggiato! 

TORTA RUSPA