martedì 31 gennaio 2012

CROSTATA BISCOTTI E MELE

Prima di presentarvi la ricetta di oggi, voglio ringraziare la mia cara amica Silvia, che ha postato nel suo bellissimo blog "Rumore di fusa" la storia di Nerello, se volete leggerlo passate da lei!!!!
Non credevo che la mia piccola peste sarebbe diventata "famosa" nel web!!!! Spero che Birba e Marvin non siano gelosi!!!!

La buonissima crostata di oggi l'ho presa dalla rivista "Più Dolci" di qualche mese fa.

CROSTATA BISCOTTI E MELE



INGREDIENTI:

Per la pasta frolla:
- 300 g di farina milleusi "Molini Pivetti";
- 100 g di zucchero; 
- 150 g di burro; 
- 1 uovo; 
- sale; 
- la scorza di mezzo limone.


Per la farcia:
- 500 g di mele;
- 15 g di rum;
- confettura extra di albicocche bio "Casa Barone";
- 80 g di mandorle tritate;
- 130 g di zucchero;
- 80 g di burro fuso;
- 2 uova;
- 30 g di biscotti secchi sbriciolati.



Per la pasta frolla:
Mescolate la farina setacciata, lo zucchero, la scorza del limone grattugiata e un pizzico di sale. 
Poi con la punta delle dita  incorporate il burro freddo a pezzetti e aggiungete un uovo. 
Lavorate velocemente l'impasto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, dopodiché formate una palla che avvolgerete con la pellicola e lasciatela riposare in frigorifero almeno 30 minuti.

A questo punto stendete la pasta frolla e foderate lo stampo (io ho usato lo stampo quadrato della Guardini) imburrato e infarinato. Rifilate la pasta sui bordi e pungetela sul fondo.
Tagliate a fettine le mele sbucciate e cuocetele in padella con 50 g di zucchero sfumandole con il liquore a fuoco vivace.
Lasciatele intiepidire.
In una ciotola miscelate le mandorle tritate con 80 g di zucchero, quindi unite le uova e il burro fuso mescolando bene.
Spalmate sulla frolla la confettura di albicocche, spargete i biscotti sbriciolati, sovrapponete le fettine di mele e colate sopra la farcia alle mandorle.
Infornate a 180 °C per circa 30 - 35 minuti.



lunedì 30 gennaio 2012

PETITES MADELEINES ALL'ARANCIA E CANNELLA

Una strana domenica questa, sono ancora chiusa in casa, reduce dall'influenza che mi ha lasciato una fastidiosa tossetta!!!
Oggi c'era ancora il sole, ma gli alberi ondeggiavano e il vento che li muoveva era gelido e preannunciava il brutto tempo che sta arrivando!!!
Domani si torna al lavoro e quindi nulla di meglio oggi che concedersi le ultime coccole golose e il pigro oziare tra i miei gatti, la comoda poltrona, la tv e i libri ...di cucina, naturalmente!!!
Ho preparato delle Petites Madeleines all' arancia e cannella che ho gustato con un buonissimo infuso alla frutta "Dolci rose" preparato con l'aiuto dell'imbuto filtro tisane della ditta "Ipac"

PETITES MADELEINES ALL'ARANCIA E CANNELLA




INGREDIENTI:
-  40 g di farina Molino Spadoni;
-  20 g di fecola di patate;
-  1 uova;
-  60 g di zucchero semolato;
-  60 g di burro;

-  la buccia di 1 arancia grattugiata;
-  succo di arancia q.b.;
-  1/2 cucchiaino di cannella;
-  1 pizzico di sale;

-  Toppin al cioccolato Toschi.





Sbattete leggermente l'uovo e unite lo zucchero, il composto deve risultare chiaro e abbastanza spumoso. Aggiungete il burro morbido e setacciate nel composto la farina e la fecola, unite anche un pizzico di sale, la cannella, la buccia dell' arancia e un po' del suo succo. Mettete in frigorifero a riposare per almeno 1 ora.
Disponete il composto nella stampo (io ho usato quello della ditta CinqueSensi) e cuocete in forno a 180 °C  per 15 minuti. 
Trascorso il tempo di cottura, sfornateli e lasciateli raffreddare.
Una volta freddi, sformateli e decorateli a piacere con il topping al cioccolato.




Con questa ricetta partecipo al contest del blog "Cannella, arancia &" "Cucinare la mia passione"



e anche al contest "Il tempo delle......arance" del blog "Cooking Kuki"



e infine al contest "Ricette senza lievito" del blog "Bryce's House"


domenica 29 gennaio 2012

TAGLIATELLE DI CARNEVALE

Il tema di questo mese dell' MTC sono le tagliatelle!!!!
Dopo avere letto la dettagliatissima spiegazione di Ale, mi sono ispirata all'atmosfera carnevalesca che comincia a sentirsi in questo periodo e ho preparato delle tagliatelle di vari colori!!!! Per non nascondere la varietà di colori ho deciso di condire le tagliatelle solo con del burro al gusto di arancia!   

TAGLIATELLE DI CARNEVALE





INGREDIENTI:
- 4 uova;
- 400 g di farina per pasta "Molini Rosignoli";
- 1 bustina di zafferano (per la pasta gialla)
- 1 bustina di nero di seppia (per la pasta nera)
- spinaci (per la pasta verde);
- concentrato di pomodoro (per la pasta arancione).
Per condire:
- burro con arancia "Cascina San Cassiano".



Preparate 4 ciotole. Su ognuna di queste mettete 100 g di farina disposta a fontana e rompete un uovo.
Nella ciotola in cui preparerete la pasta gialla unite lo zafferano.
Nella ciotola in cui preparerete la pasta nera, aggiungete il nero di seppia.
Nella ciotola in cui preparerete la pasta arancione, unite il concentrato di pomodoro.
Nella ciotola in cui preparerete la pasta verde, aggiungete gli spinaci, cotti in abbondante acqua salata e poi strizzati molto bene. Per questo impasto aggiungete un po' più di farina per assorbire l'umidità che la verdura cede.
Lavorate con energia fino a quando la pasta non si presenta elastica e morbida, poi lasciatela riposare coperta per mezz'ora.
Riprendete l'impasto e con l'aiuto del mattarello cominciate a tirare la sfoglia.
Una volta ottenuto lo spessore desiderato coprite la pasta con un canovaccio per 15 minuti.
Procedete poi al taglio che deve essere fatto quando la pasta non è ancora troppo secca.
Cuocete in acqua abbondante salata e poi conditela con del burro con l'arancia, così da non coprire i vari colori della pasta.




Con questa ricetta partecipo alla sfida MTC di Gennaio


venerdì 27 gennaio 2012

RISOTTO DI ZUCCHINE SUPER ENERGETICO

L'influenza continua a farmi compagnia, per cui sono ancora chiusa in casa a guardare fuori dalla finestra queste bellissime giornate di sole che ti inviterebbero ad uscire con l'idea che la primavera è alle porte!!!
Invece fuori si gela e le previsioni non sono per nulla ottimistiche.....Tutti a dirmi: ti devi tirar su, sei debole, la febbre ti debilita, devi fare gli anticorpi per non ammalarti ancora!!!
Mia sorella, che in questi giorni è in ferie, è arrivata con un sacco di cose buone. Una volta alla settimana và in un' Azienda Agricola che si trova appena fuori Mestre dove trova tanti prodotti di loro produzione: formaggi, salami, vino e verdura e fa una bella spesa e i risultati a tavola si vedono bene!!!
Questa volta, per garantire la mia ripresa è arrivata con tutti gli ingredienti per fare un'ottimo:

RISOTTO DI ZUCCHINE SUPER ENERGETICO






Ingredienti:
- 300 g riso fino S. Andrea Margara;
- 5 zucchine;
- prezzemolo;
- verdure surgelate x soffritto (carota, cipolla e sedano);
- salame di suino de "Casada";
- caciottina di formaggio;
- vino rosso "Raboso Vivace";
- 1 l brodo vegetale;
- olio evo DANTE;
- sale e pepe TEC-AL.



Preparate le zucchine spuntate e lavate, tagliatele a rondelle e mettetele su una pentola antiaderente (io ILLA) con un po' di olio a stufare. Lasciate cuocere per circa 15 minuti,  regolate di sale e aggiungete un po' di prezzemolo tritato. In un'altra pentola antiaderente (io PEDRINI) mettete un po' d'olio e aggiungete una bella manciata di verdure surgelate per soffritto, quando sono scaltrite aggiungete il riso, fate tostare e sfumate con un bel bicchiere di vino rosso Raboso Vivace. Aggiungete al riso le zucchine trifolate e cominciate a mescolare aggiungendo lentamente il brodo vegetale. Prendete 3 belle fette di salame, tagliatele a pezzetti e aggiungetele al riso. Portate a cottura, a fuoco spento aggiungete un bel pezzo della caciottina tagliata a pezzetti, mescolate e lasciate riposare a coperchio chiuso per un minuto. Con l'aiuto di un coppapasta impiattate e guarnite con delle fettine di salame, del formaggio e una foglia di prezzemolo.
Se volete grattugiate del grana, ma quello che non può proprio mancare è un bel bicchiere di Raboso Vivace  per chiudere alla grande questo corposo pasto!!!



Con questa ricetta partecipo al contest "In cucina a Km 0" del blog "Per un pugno di capperi"


giovedì 26 gennaio 2012

RISOTTO DI PORRI


Dovete sapere che a mio cognato Lorenzo piace moltissimo fare gli scherzi!!!!
In particolare quando viene a casa nostra, al citofono si presenta sempre in modo diverso, come ad esempio Bofrost, gas, Alessandro Borghese, la redazione di "I menu' di Benedetta Parodi" oppure mi dice "E' qui che abita la cuoca di Zampette in pasta?" insomma si diverte a prendermi in giro!!!!
Un sabato, dopo pranzo, lo stavamo aspettando perché doveva venire a prendere mia sorella, suona il citofono e sento una voce che mi dice: "Consegna per Zampette in pasta!!!", io sicura che fosse Lorenzo comincio a rispondergli seccata che sono stanca, che se mi prende ancora in giro non lo faccio più salire e da giù continuo a sentire questa voce impassibile che continua a ripetere che ha una consegna per Zampette in pasta. Resto in silenzio per alcuni secondi e mi viene in mente che forse potrebbe essere veramente un pacco anche se è strano che mi arriva di sabato pomeriggio e non chiede personalmente di me ma del blog. Così scendo le scale e mi trovo davanti il povere corriere con una scatola e con una faccia imbarazzatissima, che non sa cosa dire, io facendo finta di niente ritiro il pacco e  velocemente torno su a casa con la speranza che quel corriere non faccia più consegne nei pressi di casa mia!!!!

Vi ho raccontato questa piccola gaffe per ricordarvi di partecipare al contest "Amarcord" del blog "Cuoche a casa tua", dove per partecipare dovete raccontare una gaffe che avete fatto nella vostra vita e preparare una ricetta che abbia come ingrediente il riso. 


RISOTTO DI PORRI




Ingredienti:
- 300 g riso fino S. Andrea MARGARA;
- 4 porri;
- 2 cucchiai verdure surgelate per soffritto (carote, sedano e cipolla);
- 1 l. brodo vegetale;
- olio evo DANTE;
- 1/2 bicchiere vino bianco secco;
- 3 sottilette INALPI;
- prezzemolo del mio orticello sulla finestra;
- 1 carota per decoro;
- sale alle erbe EMPORIO ECOLOGICO.


Preparate i porri: puliteli delle radichette e della parte finale verde, lavateli e tagliateli a rondelle sottili. In una pentola antiaderente (io PEDRINI) mettete le verdure per soffritto con un po' di olio e lasciate insaporire per qualche minuto, eventualmente aggiungendo un po' d'acqua. Aggiungete i porri a rondelle e mescolando lasciate andare a fuoco moderato per una decina di minuti. Aggiungete il riso e fate tostare sfumando poi con il vino. Cominciate ad allungare con il brodo vegetale caldo, portando a cottura, secondo il tipo di riso, sempre mescolando. A fine cottura aggiungete le sottilette a pezzetti, mettete il coperchio e lasciate riposare un minuto. Nel frattempo con uno stampino ricavate dalla carota tagliata a rondelle, e volendo anche da una sottiletta, dei fiorellini, con questi andrete a decorare i piatti dove avrete servito il risotto e per completare anche qualche fogliolina di prezzemolo.


mercoledì 25 gennaio 2012

GRISSINI ALLA PIZZA

Dopo tantissimo tempo anche io quest'anno mi sono presa una bella influenza!!!!!
Zero voglia di cucinare e zero voglia di mangiare!!!!
Spero di riprendere almeno un po' di forze per potere preparare un po' di ricette finché sono obbligata a stare chiusa in casa!
Un po' di tempo fa avevo provato a fare i grissini, ma il risultato è stato pessimo, questa volta allora ho provato la ricetta di Giallo Zafferano e ne sono rimasta molto soddisfatta.
Ho aggiunto all'impasto l'aroma alla pizza per renderlo perfetto da servire come aperitivo!!!!

GRISSINI ALL'AROMA DI PIZZA





INGREDIENTI:
- 125 g di farina Molino Spadoni;
- 140 ml di acqua;
- 8 g di lievito di birra;
- 4 g di sale;
- 1/2 cucchiaino di zucchero;
- 25 g di olio evo Dante;
- aroma alla pizza Flavourart;
- farina di semola di grano duro Molino Spadoni
- origano.



Sciogliete il lievito di birra e lo zucchero in una ciotola con dentro un po' d'acqua. 
In un altro contenitore ponete la restante acqua tiepida e scioglietevi il sale.
Mettete la farina setacciata nella planetaria (o in una ciotola) e aggiungete il composto di acqua, lievito e zucchero, azionate il gancio a foglia e aggiungete anche l’olio a filo che avrete mischiato con l’acqua e sale.
Aggiungete, infine, anche l'aroma di pizza.
Impastate fino ad ottenere un composto elastico che andrete a trasferire su una spianatoia spolverizzata con della farina di semola di grano duro. 
Sagomate l’impasto dandogli la forma di un rettangolo, spennellatelo con dell’olio extravergine di oliva e spolverizzatelo della farina di semola di grano duro. Lasciate quindi lievitare l’impasto fino a che non avrà raddoppiato il suo volume iniziale (circa un'ora).
Trascorso il tempo con un coltello a lama liscia e lunga tagliate l’impasto per il lato corto a strisce di circa 1 cm l’una. Afferrate ogni striscia di pasta con le due mani dalle estremità e tiratela fino a raggiungere la lunghezza della teglia che utilizzerete per infornarli. 
Cospargete sopra un po' di origano.
Disponete i grissini ben distanziati tra loro su di una teglia rivestita di carta da forno e cuoceteli a 200°C per circa 20 minuti, fino a quando inizieranno a dorarsi. 






Con questa ricetta partecipo al contest "Happy Hour" del blog "Le ricette di Nani e Lolly"



martedì 24 gennaio 2012

RAVIOLI DI BROCCOLI SU CREMA DI POMODORINI

Mi piace preparare la pasta fresca, perché mi da molta soddisfazione, ma purtroppo è una cosa che faccio raramente.
A Natale mia sorella mi ha regalato lo stampo per fare i ravioli della Tescoma, finalmente oggi sono riuscita a provarlo e ho realizzato dei ravioli oltre che buonissimi anche perfetti esteticamente.
Grazie al regalo di mia sorella potrò preparare molto più velocemente della fantastica pasta ripiena!!!!

RAVIOLI DI BROCCOLI SU CREMA DI POMODORINI







Ingredienti:
- 300 g farina per pasta fresca "Molini Rosignoli";
- 3 uova.

Per il ripieno:
-300 g broccoli;
- 100 g ricotta;
- 50 g pecorino grattugiato;
- 1tuorlo;
- 1 spicchio d'aglio;
- olio evo DANTE.

Per la crema di pomodorini:
- 1 vasetto conserva biologica di Pomodorino del Piennolo del Vesuvio D.o.p. di CASA BARONE;
-noce moscata;
- burro;
- olio evo DANTE;
- sale e pepe TEC-AL;
- basilico.



Setacciate la farina sulla spianatoia e fate la classica fontana. Rompete al centro le uova con una forchetta, incorporando man mano un pò di farina. Quindi lavorate a fondo fino a ottenere un impasto perfettamente liscio. Dategli forma di palla, copritelo con un canovaccio e lasciatelo riposare per 30 minuti.
Mondate i broccoli, eliminando le parti più dure, riduceteli in cimette e lessateli a vapore in modo che rimangano al dente. Scaldate 2 cucchiai di olio in una padella antiaderente (io ILLA) con l'aglio schiacciato, unite le cimette e fatele insaporire per qualche minuto. Trasferite i broccoli nel bicchiere del mixer (eliminando l'aglio), unite la ricotta, setacciata, il pecorino e il tuorlo, e frullate tutto.
Stendete la pasta in una sfoglia sottile ritagliate dei cerchi utilizzando il fondo dello stampo, posizionate i cerchi di pasta nella forma e riempite con una noce di ripieno. Chiudete la forma e premete unendo i due lati. 
In una padella scaldate un filo d'olio, unite il contenuto del vasetto dei pomodorini e lasciatela insaporire per un paio di minuti. Trasferite tutto nel bicchiere del mixer, unite una noce di burro e profumate con una grattugiata di noce moscata, regolate di sale e pepe e frullate. 
Lessate i ravioli in acqua bollente salata, scolateli bene al dente e distribuiteli nei piatti individuali velati con la crema di pomodorini. Decorate con un ciuffo di basilico.



Con questa ricetta partecipo al contest "Pieno come un raviolo" del blog "Dolce jaclin"


domenica 22 gennaio 2012

UNA BELLA NOTIZIA E TORTA SALATA RUSTICA DI KAMUT

Anche se fuori si gela e la nebbia ti entra nelle ossa, per me è una giornata bellissima, il veterinario mi ha dato la risposta che tanto aspettavo e temevo:
NERELLO è negativo al test della leucemia!!!
Allora è vero le favole di Natale hanno sempre una felice conclusione, almeno per la mia è stato così!!!
Sono reduce da una settimana tragica Birba e Marvin, sempre stati bene, si sono ammalati molto gravemente  e purtroppo è stato inevitabile pensare che dipendesse da Nerello. Di conseguenza via coi sensi di colpa, coi ripensamenti, coi dubbi e le angoscie.........
Basta passato tutto!!! Nerello è sano, Birba e Marvin si stanno riprendendo e io sono FELICE!!!!



TORTA SALATA RUSTICA DI KAMUT



Ingredienti:
- 300 g pasta di pane di Kamut già pronta e lievitata;
- 100 g coppa Mantovana;
- 3 porri;
- 15 circa cime di broccoli (io surgelate);
- 100 g ricotta;
- 100 g yogurt intero;
- timo;
- olio evo DANTE;
- sale alle erbe EMPORIO ECOLOGICO.





Eliminate la parte terminale verde dei porri e le radichette. Tagliate la parte bianca a fette sottilissime con un coltello affilato oppure con una mandolina.
Mettete le cime di broccoli surgelate in abbondante acqua bollente salata e dalla ripresa del bollore contate 7 minuti, poi colate e lasciate raffreddare.
Tagliate la coppa a pezzetti. Mettete la ricotta in una ciotola, stemperatela con una forchetta e aggiungete lo yogurt, un pizzico di sale e un cucchiaio di olio.
Mettete la pasta di Kamut sul piano di lavoro e stendetela in una sfoglia sottile, allargandola con le mani. Trasferitela sulla placca foderata con carta da forno. Spalmate il composto di yogurt e formaggio sulla superficie della pasta, cospargetela con i porri, la coppa, una spolverata di timo in polvere, sistemate le cime di broccoli formando una decorazione e regolate di sale e pepe.
Ripiegate i 4 angoli di pasta e il bordo all'interno, mettete la placa in forno già caldo a 230°C e cuocete per circa 30 minuti, finchè il bordo di pasta sarà dorato. Sfornate e servite.



Con questa ricetta partecipo alla sfida di gennaio del blog "Il gattoghiotto"