mercoledì 24 novembre 2010

SOSPIRI DI LUCA MONTERSINO

Guardo sempre il programma "Peccati di Gola" di Luca Montersino, ma questa è la prima ricetta che provo a rifare:

 I SOSPIRI




Sono molto soddisfatta del risultato finale, sono veramente squisiti!!!
A casa mia hanno avuto un gran successo ma purtroppo avevo  fatto una piccola quantità perché non ero sicura del risultato.





INGREDIENTI:


Per la pasta esterna:
135 g di albume
125 g di zucchero
90 g di tuorlo
125 g di farina 


Per la bagna:
50 g di rhum 70°
225 g di zucchero liquido al 70% (io non l'ho trovato e l'ho sosituito con 100 g di zucchero e 80 g di acqua scaldandoli insieme fino a raggiungere gli 85 °C)

225 g di acqua

Per la finitura:
crema pasticcera

zucchero fondente









Scaldate albume e zucchero fino ad arrivare a 45°.  Raggiunta la temperatura togliete la casseruola dal fuoco e montate l'albume.   Aggiungete poi il tuorlo leggermente montato e la farina setacciata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Versate poi il composto in una sac a poche e riempite gli stampini fino quasi al bordo (io ho usato quelli per i muffin).
Spolverate con zucchero a velo e infornate a 180° per 15 minuti. 
Dopo averli fatti raffreddare, con un coltellino togliete la parte centrale svuotandoli. Tagliate grossolanamente la pasta eliminata  formando dei bricioloni. 








Per la bagna: unite zucchero liquido, rhum e acqua. 
Riempite i sospiri con la crema pasticcera e “tappate” con i bricioloni di pasta. Inzuppate rapidamente i sospiri nella bagna e fateli riposare in freezer (minimo per un'ora)
Scaldate lo zucchero fondente e inzuppateci la parte superiore dei sospiri. Decorate i sospiri con righine di cioccolato fondente utilizzando un piccolo cono di carta forno. Io la cioccolata l'ho messa anche sulla base per coprire i bricioloni di pasta.





Appena ho assaggiato questi dolcetti ho subito pensato che era la ricetta giusta per partecipare al contest di Ambra del blog "Gattoghiotto"



sabato 20 novembre 2010

RISOTTO AL RADICCHIO ROSSO E MORLACCO

Questa è una ricetta molto facile e veloce, ma altrettanto buona:

RISOTTO AL RADICCHIO ROSSO  E MORLACCO

Il morlacco è un formaggio tradizionale veneto:



Ingredienti:
300 gr riso super fino arborio
200 gr radicchio ros
so precoce di Treviso
sale e pepe q.b.
1 salsiccia
1 cipolla
1 bicchiere di vino rosso
1 litro di brodo vegetale
100 gr di formaggio Morlacco
50 gr di burro
parmigiano grattugiato 


In una padella brasare il radicchio con la cipolla affettata e l'olio. Salare, pepare e lasciare appassire. Aggiungere la salsiccia sbriciolata. Nella pentola del risotto far tostare il riso e sfumarlo con il vino rosso. Aggiungere il radicchio brasato e quindi portarlo a cottura nel modo classico, aggiungendo man mano il brodo. A fine cottura, 18 minuti circa, mantecare il risotto con il  burro, il Morlacco e il parmigiano. Lasciar riposare qualche secondo, quindi impiattare. 



Con questa ricetta partecipo al contest di  Natalia e Pina del blog "Provare per gustare"




martedì 16 novembre 2010

ORATA AL FORNO CON PATATE E POMODORINI CILIEGIA

Prima di tutto voglio ringraziare i miei sostenitori che in meno di un mese sono già più di 50!!!!
Mi dispiace di non riuscire sempre a lasciare commenti nei vostri blog, ma come  ho già detto altre volte, il tempo che ho purtroppo è molto poco. Comunque, anche se velocemente vengo sempre a dare una sbirciatina nei vostri blog!!!!

La ricetta di oggi l'ho preparata qualche domenica fa, in occasione di un pranzo con tutta la mia famiglia:

ORATA AL FORNO CON PATATE E POMODORINI CILIEGIA



INGREDIENTI: (non specifico le quantità perché dipende dalla grandezza del pesce)

- 1 orata;
- patate medie;
- pomodorini ciliegia;
- pecorino stagionato grattugiato;
- olio;
- prezzemolo;
- sale e pepe.



Eviscerate l'orata, sciacquatela sotto l'acqua corrente e asciugatela tamponandola con carta assorbente da cucina.
Lavate e tritate il prezzemolo e tenetelo da parte.
Pelate, lavate e affettate sottilmente le patate; mondate e lavate  anche i pomodorini e tagliateli a metà.

Coprite il fondo di una teglia con l'olio d' oliva, distribuite sul fondo metà del prezzemolo, metà delle fettine di patate e spolverizzate con il pecorino grattugiato.
Adagiatevi il pesce e copritelo con le fettine di patate rimaste; distribuite intorno i pomodorini, cospargete con il pecorino rimasto e condite con l'olio d'oliva.

Salate  e pepate; infine, cuocete in forno preriscaldato a 200 °C per 30 minuti circa (dipende dalla grandezza dell'orata).




Buona serata e..........




BUONANOTTE!!!!!!!!!!!


sabato 13 novembre 2010

CIAMBELLA ALL'OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA


Oggi vi scrivo una ricetta facilissima, sofficcissima e leggerissima!!!! Ottima per la colazione!!!!

Ho inaugurato il mio nuovo stampo da ciambella con una ricetta che ho trovato sulla rivista "Alice Cucina" di Novembre.

CIAMBELLA ALL'OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA



INGREDIENTI:
- 250 g di farina;
- 200 g di zucchero semolato;
- 2 dl di olio d'oliva extravergine;
- 4 uova;
- la scorza di 1 limone;
- 1 bustina di lievito;
- 1 bustina di vanillina;
- sale.



In una ciotola setacciate la farina con il lievito, la vanillina e un pizzico di sale. 
In un'altra terrina mescolate l'olio con lo zucchero, le uova e la scorza del limone grattugiata e montate a lungo con una frusta elettrica fino ad ottenere un composto gonfio ed spumoso.



Continuate a mescolare, unite un cucchiaio di succo del limone grattugiato e poco alla volta la farina con il lievito, la vanillina e il sale.
Quando il tutto è ben amalgamato, versate l'impasto nello stampo ben oliato e infornate a 175 °C per 50 minuti circa.
Una volta raffreddata  cospargere la superficie di zuchero a velo.  



Buon fine settimana!!!!

giovedì 11 novembre 2010

SAN MARTINO

La leggenda di San Martino: 



"Era l'11 novembre: il cielo era coperto, piovigginava e tirava un ventaccio che penetrava nelle ossa; per questo il cavaliere era avvolto nel suo ampio mantello di guerriero.
Ma ecco che lungo la strada c'è un povero vecchio coperto soltanto di pochi stracci, spinto dal vento, barcollante e tremante per il freddo.
Martino lo guarda e sente una stretta al cuore. "Poveretto, pensa morirà per il gelo!" E pensa come fare per dargli un po' di sollievo. Basterebbe una coperta, ma non ne ha. Sarebbe sufficiente del denaro, con il quale il povero potrebbe comprarsi una coperta o un vestito; ma per caso il cavaliere non ha con sé nemmeno uno spicciolo.
E allora cosa fare? Ha quel pesante mantello che lo copre tutto. Gli viene un'idea e, poiché gli appare buona, non ci pensa due volte. Si toglie il mantello, lo taglia in due con la spada e ne dà una metà al poveretto. "Dio ve ne renda merito!", balbetta il mendicante, e sparisce.
San Martino, contento di avere fatto la carità, sprona il cavallo e se ne va sotto la pioggia, che comincia a cadere più forte che mai, mentre un ventaccio rabbioso pare che voglia portargli via anche la parte di mantello che lo ricopre a malapena. Ma fatti pochi passi ecco che smette di piovere, il vento si calma. Di lì a poco le nubi si diradano e se ne vanno. Il cielo diventa sereno, l'aria si fa mite.
Il sole comincia a riscaldare la terra obbligando il cavaliere a levarsi anche il mezzo mantello.
Ecco l'estate di San Martino, che si rinnova ogni anno per festeggiare un bell'atto di carità ed anche per ricordarci che la carità verso i poveri è il dono più gradito a Dio."


Da questa leggenda nasce il dolce di San Martino, che è diffussimo nella provincia di Venezia e che in questi giorni si può trovare in tutte le pasticcerie e i forni. Ma quest'anno ho deciso di farlo in casa, che bella soddisfazione!!!



Ingredienti: 
 
Per la pasta frolla:
- 300 g di farina 00;
- 100 g di zucchero; 
- 150 g di burro; 
- 1 uovo; 
- sale; 
- la scorza di mezzo limone.


Per la glassa: 
- zucchero a velo;
- acqua.

Per le decorazioni:
- cioccolatini; 
- M & M'S;
- codette;
- caramelle.


Per prima cosa ho disegnato il San Martino sulla carta da forno con la misura della teglia.  
Per  preparare la pasta frolla: ho mescolato la farina setacciata, lo zucchero, la scorza del limone grattugiata e un pizzico di sale. Poi con la punta delle dita ho incorporato il burro freddo a pezzetti e  aggiunto un uovo. 
Ho lavorato velocemente l'impasto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, dopodiché ho formato una palla che ho avvolto con la pellicola e fatta riposare in frigorifero almeno 30 minuti.
A questo punto ho steso la pasta sulla teglia, ho appoggiato sopra il disegno e con un coltello ritagliato la figura.
Dopodiché ho infornato per 20 minuti circa a 180 °C.
Intanto ho preparato la glassa mescolando zucchero a velo con acqua finchè non ha raggiunto una consistenza liscia, densa e fluida.
Una volta cotto e raffreddato ho decorato cavallo e cavaliere con cioccolatini, M&M'S, codette di cioccolato e multicolori e caramelle gommose, che hanno aderito alla pasta grazie alla glassa.










Siccome avevo avanzato un po' di pasta frolla ho preparato anche dei biscottini a forma di stella e di fiore e gli ho decorati con M & M'S e codette!!!





Con questa ricetta partecipo al contest di  Natalia e Pina del blog "Provare per gustare"






Per mia sorella, invece, ho utilizzato la farina di kamut. 
Era da un po' di tempo che l'avevo comprata e alla fine mi sono decisa ad utilizzarla!!!!


INGREDIENTI:



Per la pasta frolla:
- 300 g di farina di Kamut;
- 100 g di zucchero; 
- 150 g di burro; 
- 1 uovo; 
- sale; 
- la scorza di mezzo limone.

Per le decorazioni:
- miele;
- cioccolatini; 
- M & M'S;
- codette;
- caramelle.



Per prima cosa ho disegnato il San Martino sulla carta da forno con la misura della teglia.  
Per  preparare la pasta frolla: ho mescolato la farina setacciata, lo zucchero, la scorza del limone grattugiata e un pizzico di sale. Poi con la punta delle dita ho incorporato il burro freddo a pezzetti e  aggiunto un uovo. 
Ho lavorato velocemente l'impasto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, dopodiché ho formato una palla che ho avvolto con la pellicola e fatta riposare in frigorifero almeno 30 minuti.
A questo punto ho steso la pasta sulla teglia, ho appoggiato sopra il disegno e con un coltello ritagliato la figura.
Dopodiché ho infornato per 18 minuti circa a 170 °C.
Una volta cotto e raffreddato ho decorato cavallo e cavaliere con cioccolatini, M&M'S, codette di cioccolato e multicolori e caramelle gommose, che hanno aderito alla pasta grazie al miele che avevo spalmato sopra.








Buon San Martino a tutti!!!!


Con questa ricetta partecipo al contest di Valentina del blog "Cucina e cantina"




mercoledì 10 novembre 2010

AIUTIAMO IL VENETO!!!!

Mi stavo chiedendo , da un po di giorni, come mai nessuno aveva ancora organizzato una raccolta per aiutare le persone colpite dall'alluvione in Veneto, quando girovagando tra i blog ho letto l'appello di "Muccasbronza".
Non ci sono parole davanti a queste tragedie, vi dico solo che adesso c'è un modo per dare un aiuto concreto alle persone disperate che hanno perso tutto!!!!

Copio direttamente i dati dal blog di Mucchina :

Intestatario del conto corrente messo a disposizione per la raccolta di fondi per gli alluvionati è la REGIONE DEL VENETO, Dorsoduro 3901, 30123 Venezia.


Riportiamo qui di seguito i dati completi per poter effettuare il bonifico bancario:

IBAN: IT 62 D 02008 02017 000101116078, Banca Unicredit,
Intestatario: REGIONE DEL VENETO, Dorsoduro 3901, 30123 Venezia
Causale: "Emergenza alluvione novembre 2010"
Con l'occasione si ricorda inoltre che è possibile aderire all'iniziativa anche inviando un sms al numero 45501 (2€)


Io non ci ho pensato due volte a mandare un sms spero anche voi!!!!

lunedì 8 novembre 2010

CROSTATA AL TIRAMUSU'

BUONGIORNO!!!!!
Uffa, oggi è già lunedì, il week end passa troppo velocemente!!!!!!!
Vi lascio al volo una ricetta prima di correre in ufficio.
Questa torta a casa mia ha avuto moltissimo successo, infatti è stata divorata in un lampo, si tratta della:


CROSTATA AL TIRAMISU'



INGREDIENTI:

Per la pasta frolla:
- 300 g di farina 00;
- 100 g di zucchero; 
- 150 g di burro; 
- 1 uovo;  
- 3 cucchiaini di caffè solubile.

Per la crema:
- 250 ml di panna fresca da montare;
- 3 tuorli;
- 50 g di zucchero;
- 125 g di mascarpone;
- cacao in polvere.



Per  preparare la pasta frolla: mescolate la farina setacciata, lo zucchero e il caffè solubile. Poi con la punta delle dita incorporate il burro freddo a pezzetti e  aggiungete un uovo (se necessario anche un po' di acqua). 
Lavorate velocemente l'impasto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, dopodiché formate una palla che avvolgerete con la pellicola e fatela riposare in frigorifero almeno 30 minuti.

Una volta trascorso il tempo d'attesa stendete la pasta frolla in una  tortiera per crostate e adagiatevi sopra un foglio di alluminio e una manciata di fagioli secchi in modo che non si gonfi in cottura.
Infornatela per 160°C per 10 minuti, dopodiché eliminate la carta e i fagioli e fatela cuocere per altri 5 minuti.
Infine lasciatela raffreddare completamente e sformatela dallo stampo.



In una ciotola capiente montate i tuorli con lo zucchero. Quando saranno diventati spumosi aggiungete il mascarpone e continuate a montare.
A parte, montate la panna e unitela al primo composto, facendo attenzione a non smontarla.
Versate la crema ottenuta all'interno dello stampo di frolla al caffè e spolverizzate con il cacao in polvere setacciato.
Mettete in frigo la torta per almeno due ore.



Buona giornata!!!!


Con questa ricetta partecipo alla raccolta "Follie di frolla" di Debora.




venerdì 5 novembre 2010

PETTO DI TACCHINO FARCITO E PATATE DUCHESSA

Uno dei miei canali preferiti in televisione è "ALICE TV"!!!! Quando ho tempo mi piace guardare i suoi vari programmi di cucina e resto incantata ad osservare i vari cuochi come si muovono con disinvoltura dietro i fornelli. Guardandoli tutte le ricette sembrano facili e veloci, poi invece quando ci provo è tutto diverso!!!!!
Adesso mi domando perché ho fatto ragioneria e non sono andata alla scuola alberghiera?!?!?!Quante cose saprei fare adesso!!!
Ma nessuno se lo aspettava che mi veniva tutta questa voglia di cucinare, infatti fino a meno di un'anno fa in cucina entravo solo quando mia mamma metteva i piatti in tavola!!!!!
Per fortuna che esistono i corsi di cucina, così visto che non sapevo proprio fare niente ho partecipato a un corso di base e a uno di pesce. Tra una settimana comincio quello di pasticceria, non vedo l'ora, spero di imparare tantissime cose!!!!!!!


Oggi, vi presento un secondo piatto: 


PETTO DI TACCHINO FARCITO E PATATE DUCHESSA


Per il petto di tacchino farcito ho preso spunto dal programma "Il Mondo di Csaba" del canale "Alice TV".

INGREDIENTI:
- Petto di tacchino (un pezzo da circa 1 kg);
- 40 g di  foglie di prezzemolo fresco e tritato;
- 30 g di pangrattato;
- 25 g di parmigiano grattugiato;
- la scorza grattugiata di un limone;
- sale e pepe.

In una ciotola, mescolate il prezzemolo, il pangrattato, il parmigiano, la scorza del limone, sale e pepe.
Create una specie di tasca nel petto di tacchino e inserite la panatura. Un po' di quest'ultima distribuitela anche in superficie.
Cuocete il petto di tacchino in forno preriscaldato a 220 °C per 30 minuti circa, o fino a quando la superficie diventerà un po' dorata.


La carne l'ho accompagnata con le patate duchessa.


Mi ha aiutato il mio ragazzo a creare la forma, ne ero contenta (visto che non mi aiuta molto), fino a quando non ha fatto "esplodere" la sac à poche!!!!


INGREDIENTI:
- 4/5 patate;
- 3 tuorli;
- 30 g di burro;
- parmigiano reggiano;
- noce moscata;
- sale e pepe.


Sbucciate le patate lesse e passatele allo schiacciapatate, raccogliendo il composto in una ciotola.
Unite il burro ammorbidito, a pezzetti, e amalgamate bene. A questo punto, incorporate due tuorli, uno alla vola, e il parmigiano, fino ad ottenere un composto omogeneo.
Aggiungete un po' di sale, pepe, noce moscata e mescolate ancora.
Mettete il composto di patate su una sac à poche con bocca rigata, e premendo la tasca, formate, su una teglia foderata con carta da forno,  tanti ciuffetti, tenendoli distanziati l'uno dall'altro.
Spennellate i ciuffetti con il tuorlo rimasto, infornate a 200 °C e fate cuocere per 10 minuti circa.  


Come si può notare la forma delle patate non è proprio perfetta, ma sono venute comunque buonissime!!!!!!!
 Mi raccomando ricordatevi di non schiacciare troppo la sac à poche!!!!!


Buona giornata!!!!!!









mercoledì 3 novembre 2010

TORTA DI MELE

Oggi è Santa Silvia........... l'ONOMASTICO DI MIA SORELLA!!!


Ho deciso quindi di farle una sorpresa e  pubblicare, in suo onore,  il dolce che preferisce preparare.
Una super sorella non poteva che amare una torta super veloce, super leggera e super buona:


LA TORTA ALLE MELE



INGREDIENTI:
- 2 mele (preferibilmente renette);
- 3 uova intere;
- 1 yogurt;
- 3 farina (barattolo yogurt);
- 3/4 di olio (barattolo yogurt);
- 2 di zucchero (barattolo yogurt);
- 1 bustina di lievito;
- 1 limone grattugiato (facoltativo).



Mescolate il tutto aggiungendo all'interno e sopra i pezzi di mela.

Cuocete la torta  in forno a 180 °C per 30-40 minuti.


Come vedete è facilissima!!!


Con questa ricetta partecipo alla raccolta  "Inventa.....mela" di Arabafelice



e alla raccolta "Il tempo delle mele" di Stefy e Rosy




Buona serata a tutti!!!!!!

Birba

Marvin

Nerone




Sorellona ti è piaciuta la sorpresa???!!!
QUANDO VUOI VIENI A TROVARCI!!!!!!!!
Naturalmente porta anche la torta!!!!!!!!!!!!







martedì 2 novembre 2010

FOCACCINE FANTASIA




Ho trovato a casa un libro dedicato soli agli antipasti con molte ricette carine, tra cui questa: 

FOCACCINE FANTASIA CON GAMBERETTI  E PEPERONI.



INGREDIENTI: 
- 400 g di pasta da pane; 
- 2 peperoni (uno giallo e uno rosso);
- 3 etti di code di gamberetti;
- basilico tritato;
- olio d'oliva; 
- 1 cipolla; 
- sale e pepe.


Pulite i peperoni, privandoli dei semi e dei filamenti bianchi interni e tagliateli a dadini.
Fateli saltare in una pentola con un po' di olio per 5 minuti, mescolando ogni tanto, salateli e pepateli.


Sgusciate le code di gamberetti, privatele del filo nero intestinale (perché contiene sabbia), lavatele e fatele rosolare per un minuto in una padella con un po' di olio, salatele e pepatele.


Stendete la pasta in una sfoglia abbastanza sottile e ricavate tanti dischetti.
Mettete i dischi di pasta su una teglia da forno, spennellate con un po' d'olio e distribuite sopra ogni disco un cucchiaio di dadini di peperoni.


Fate cuocere le focaccine nel forno già caldo a 220 °C  per circa 20 minuti: 2 minuti prima del termine della cottura distribuite sopra qualche gamberetto.
Prima di servire cospargete un po' di basilico sopra le focaccine.




Fate un salto da Elena di "Nella cucina di Ely" che ha organizzato il Blog Candy di Halloween, se partecipate avete la possibilità di vincere il bellissimo gufetto portachiavi  Birillo.